Applicazione in Italia del Regolamento (UE) n. 575/2013 e della Direttiva 2013/36/UE

In data 5 novembre 2013, La Banca d’Italia, nella sezione del sito Internet Vigilanza – Consultazioni pubbliche in corso, ha pubblicato la documentazione concernente l’applicazione in Italia del Regolamento (UE) n. 575/2013 e della Direttiva 2013/36/UE “scelte normative relative al regime transitorio” e i documenti di consultazione con la relazione sull’analisi d’impatto.

Il documento illustra le ipotesi regolamentari relative al “regime transitorio” che la Banca d’Italia intende adottare per dare applicazione a CRR/CRD IV.

Mentre l’Accordo di Basilea fissa in modo prescrittivo, per ogni anno del periodo transitorio, le regole concernenti ratio di capitale e applicazione di deduzioni e filtri prudenziali, la normativa comunitaria consente invece alle autorità nazionali di accelerare, in parte, l’entrata in vigore della nuova disciplina, anche per ciò che concerne il periodo transitorio del capital conservation buffer e del countercyclical capital buffer.